30 marzo 2012

Scherzi a parte

Al Post, dove abitualmente moderano i commenti in base parametri del tutto personali nonostante lo specchietto dell'elenco di perché del tutto irrilevante, su 5 commenti 3 mi vengono puntualmente cancellati a prescindere dal loro aver (a volte sì) o meno (più spesso no) toccato i limiti raccontati in quell'elenco.
Diciamo che l'unico parametro che sembra valere davvero è il tipo di risveglio mattutino del Peraltro Direttore e uguale è il cancello da oltrepassare per tornare ad essere degni.
La tecnica consiste nel lasciarti in moderazione qualche ora, impedendoti così di fatto di partecipare agli scambi di discussione che avvengono in tempo reale, cioè quasi tutti.
Tu vuoi partecipare, scrivi il tuo contributo a scambi che avvengono in diretta, ma il tuo compare agli altri qualche ora dopo, magari persino di notte quando la discussione alla quale il commento voleva partecipare è conclusa da ore.
E' un gioco a stancarti, puntano sul tuo desistere spontaneamente per ripetuta vanificazione del tuo tempo/pensiero.
Un gioco impari come pochi altri che lì è ormai sistema e vabbè, a loro piace fare quelle spalle grosse lì.

Poi c'è un area dove proprio manco restano in attesa e quell'area è la pagina di Makkox, nella quale una volta mi permisi di ironizzare sulla tipologia di commentatori che si sono raggruppati intorno, guadagnandomi così, data la nota capacità dell'autore di accettare commenti diversi da "Sei dio" battibile solo dall'altrettanto nota medesima capacità del Peraltro Direttore, il ban a vita.
Oggi ci ho riprovato pensando che il suo prossimo lavoro (che causerà un terremoto nel cuore dei suoi lettori più affezionati il cui scopo di vita è di scovare dentro le sue vigne le prove della sua divinità e che scopriranno invece quanto sia umano e quindi interessato alla pagnotta come tutti) testimoniasse una ritrovata capacità di ridere anche di sé stesso, prima che di tutto il resto del mondo, ma il risultato è stato il solito.
Peccato.

Eppure volevo solo dirgli, anch'io, come i trenta al giorno, che:


La so anch'io anch'io sono amico a Maxxok!
Allora le mani sulla scrivania sono una citazione di Tempi moderni quando lui girava la chiave inglese con le due mani cioè no dico genio super solo io l'ho trovata e poi anche il 4 è una citazione allora è la balena di pinocchio ma la versione restaurata che solo io conosco mica quella di comencini che sapevano gli altri commentatori un pochino meno colti di me si vede dalle due pinne dietro e la R grande che la contiene è a sua volta Moby Dick no dico una citazione che mangia l'altra citazione cioè siamo alla meta citazione ti consegno le mie chiavi di casa e sposi anche mia moglie io sto piangendo perché siamo una commiuniti troppo inteliggenti e tu sei come dio ma già apparso e mio cuggino una volta era morto e poi ha visto una vigna di Maxxok e poi è rivissuto.
Scherzi a parte... io due punti in più di Y nel colore dello schienale li avrei messi, anche se il viola del fondale, diomio il viola di quel manoscritto là, cioè tu sei davvero dio.


Ma niente, non hanno apprezzato lo scherzo.
Eppure mi sarei aspettato che.

7 commenti:

  1. presente, altra vittima del mak-ban.
    makkox, di cui sono - peraltro - fan nonchè artefice, ma evidentemente non fa curriculum, di alcuni (non abbastanza evidentemente) "GEGNO!" e "dio".
    la mia colpa: voler partecipare alla discussione in corso, ma - per evitare un papiello inutilmente lungo - ho indicato il link all'articolo del mio blog che contenenva la mia opinione.
    inciso: procedura comune - come sai - usata però con articoli di giornali, di blog famosi, ecc.
    la mia è stata (univocamente e senza appello) presa come pubblicità personale (ma coi cazzi che c'ho - a Mafa'...) tutto sono meno che una attention whore) che mi è valsa l'espulsione a vita.
    un peccato.
    ma sono sopravvissuto.
    :)

    RispondiElimina
  2. Ah sì sì, sono abbastanza certo di aver descritto una situazione comune a parecchia gente.
    E dico parecchia perché altrimenti non si spiega come mai colui che al momento è considerato uno dei migliori vignettisti non solo della rete, non vada mai oltre la ventina di commenti a vigna, tutti ovviamente osannanti.
    Possibile che lo seguano solo in 20?
    Ormai non sei nessuno se non leggi Makkox e poi scopri che si parla di uno da 20 commenti?
    E' chiaro che ce ne devono essere non meno del quadruplo buttati quotidianamente nel cestino.
    Un po' quel che succede con i post sulle Invasioni Barbariche, settimanalmente offerti al gentile pubblico e puntualmente privi di commenti se non tre o quattro.
    Possibile che sul Post del marito della, sotto i post sulla moglie del, ci siano sempre giusto un paio di?
    Stiamo parlando del posto nel quale appena Facci o Scalfarotto o la Serracchiani premono "Pubblica" scattano istantanei dai 40 ai 400 insulti/vaffa/manifestazioni di simpatia.
    Ecco in un posto così, Makkox e la Bignardi al massimo una decina di commenti e tutti bellissimi.

    Comunque lode al primo commentatore della vignetta di oggi.
    10 pixel sotto la tag nella quale è indicato il nome del personaggio ritratto, la meravigliosa domanda "Chi sarebbe?"
    Poi uno non li deve prendere per il culo.

    RispondiElimina
  3. E comunque, sì, vignette piuttosto carine, ma niente di memorabile, eh.

    RispondiElimina
  4. E comunque, sì, vignette piuttosto carine, ma niente di memorabile, eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come disegno sono molto belle, è davvero bravo.
      Come spunti e idee ne imbrocca alcune molto riuscite mentre parecchie di più sono quelle che viaggiano al di sotto del minimo sindacale che dovrebbe garantire chi vanta quel nome lì (Genio, dico).
      Il problema è che non lo si può dire, tipo come fosse stato ripristinato il reato di lesa maestà, e quindi il risultato è che anche sotto vignette che dire banali è dire poco, capitate a lui come a tutti, sotto è tutto un piovere di osanna e di madri che gli chiedono di imporre le mani sul proprio piccolo malato.

      Detto questo e restando nel campo dei deliri di massa...tu che mi sei addentro e quindi c'hai il gossip, sono già partiti i suicidi di massa e le veglie di preghiera per convincere Davide a ripristinare il Daveblog?
      Non oso immaginare il grado di vera e propria disperazione che la annunciata chiusura può aver generato in alcuni nomi abituati a distinguersi per un notevole equilibrio nonché stabilità mentale.

      Elimina
  5. Mapporc, mi distraggo per qualche ora e mi perdo il pesce (davo)palla d'aprile!
    E comunque da una rapida ricognizione internettiana mi risulta che per uccidere uno zombie non basta congedarlo con un discorso d'addio, ma occorre fargli saltare la testa: e individuare la testa in una palla mica è facile, eh.
    (Peraltro: ma addentro de che? Ormai sono addentro al DB quanto tu lo sei all'Opus Dei.)

    RispondiElimina
  6. Dopo aver visto questa

    http://www.ilpost.it/makkox/2012/02/29/pecorella/

    mi rimangio quanto detto due giorni fa. Cenio! :-p

    RispondiElimina